Peter Craig sta scrivendo il remake di La fuga di Logan


Di un possibile remake di La fuga di Logan se ne parla da molti anni, ma poi puntualmente il progetto naufraga. Questa volta la Warner Bros sembra fare sul serio, con l’ingaggio come sceneggiatore di Peter Craig, che ha al suo attivo la scrittura di Hunger Games: Il canto della rivolta, parte 1 e 2. Alla regia, invece, dovrebbe esserci Simon Kinberg, produttore dei nuovi episodi cinematografici degli X-Men e regista di X-Men: Dark Phoenix, in uscita a fine anno.

Per Kinberg si tratterebbe della sua seconda pellicola come regista, ma è stato tra i produttori e gli sceneggiatori che hanno rilanciato la saga degli X-Men, con protagonisti i giovani mutanti.

Craig, invece, potrebbe essere l’uomo giusto al momento giusto, visto che il romanzo originale è una vera e propria distopia.

Il film originale del 1976, diretto da Michael Anderson e tratto dall’omonimo romanzo di William F. Nolan e George Clayton Johnson, narra per l’appunto di una società che a causa delle limitate risorse costringe tutti gli uomini e le donne a terminare la loro vita al compimento del trentesimo anno. Logan è un sorvegliante, uno di quelli deputati a far rispettare la legge, ma al momento di porre fine alla sua vita decide di scappare e si rifugia presso una comunità di persone che, come lui, hanno deciso di ribellarsi a questa norma.

Nel romanzo, l’età in cui si doveva morire era di 21 anni e fu alzata a 30 nella pellicola. Sarà interessante capire se il film manterrà l’indicazione del romanzo, rivolgendosi evidentemente ad un target young adult, oppure quella del film.

Al momento, nulla si sa sul possibile cast del film, ma forse questa è la volta buona che Logan fuggirà nuovamente sul grande schermo.


Carmine Treanni

Carmine Treanni (Napoli, 1971), giornalista pubblicista (dal 1999), si occupa di studiare la storia e le forme della cultura di massa: dalla letteratura di genere al fumetto, fino alla televisione, collaborando, dal 1991, con quotidiani locali (Il Golfo, Il Tempo – Edizione di Napoli) e riviste specializzate (“Il Corriere dell’Università”, “Mystero”, “Fictionaire”, “Cinema 1” e “Nocturno Cinema”).
Ha pubblicato, con Giuseppe Cozzolino, Cult Tv – L’universo dei telefilm (Falsopiano Editore, Alessandria, 2000) e Planet Serial – I telefilm che hanno fatto la storia della TV (Aracne Editrice, 2004). Ha collaborato ai volumi AA.VV. Alieni – Creature di altri mondi (Editrice Nord, Milano, 2000), Viaggi straordinari tra spazio e tempo (a cura di Claudio Gallo, Biblioteca Civica di Verona, 2001), “Albero” di Tolkien (a cura di Gianfranco De Turris, Bompiani, Milano, 2007) e Da Arkham Alle Stelle – Omaggio a H.P. Lovecraft (a cura di Alessandro Bottero e Gianfranco de Turris, Bottero Edizioni, Roma 2007), I Simpson, il ventre onnivoro della Tv postmoderna (a cura di Corrado Peperoni, Bulzoni, Roma 2007), DizioNoir del Fumetto (a cura di Mauro Smocovich e Elio Marracci, Delos Books, Milano 2008).
Nel 2008 ha curato il volume Con gli occhi di fuori – Guida non ufficiale a I Griffin (Cagliostro E-Press, Cassino).
Un suo saggio – sui rapporti tra la cultura di massa, il cinema e la nascita dei generi letterari – è uscito in allegato al DVD Dottor Jekyll e Mr. Hyde di John S. Robertson (Valter Casini Editore, 2005).
Attualmente è curatore della rivista on-line di fantascienza Delos Science Fiction della Delos Books (www.fantascienza.com/delos), collabora con “M – La rivista del Mistero” (Aalacran Edizioni) ed è consulente della casa editrice di fumetti Cagliostro E-Press, per la quale cura la collana di saggistica “EdiKolé – Saggi e Strumenti”.






Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 14 marzo 2018 — 0:00
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016