Otto buoni motivi per un viaggio in Qatar



Prestigiosi musei e tradizioni millenarie, in un mix sorprendente di antico e moderno

Dal Forte di Al Zubarah, primo sito UNESCO del Paese, ai vivaci vicoli del tradizionale Souq Waqif fino alle gare di cammelli: questi e molti altri sono gli ingredienti di otto esperienze culturali da non perdere.

Secoli di storia al Museo di Arte Islamica – Il Museo di Arte Islamica (MIA)di Doha quest’anno festeggerà il suo decimo anniversario. Grazie alla sua splendida proposta di arte e manufatti provenienti da tutto il mondo islamico, il museo è stato riconosciuto tra le istituzioni culturali più importanti del mondo. Al suo interno è possibile attraversare 14 secoli di storia islamica ammirando le preziose collezioni di dipinti, opere in vetro e in metallo, ceramiche, tessuti e manoscritti. Il MIA ospita inoltre IDAM, ristorante gourmet firmato dal celebre chef stellato Michelin Alain Ducasse, dove gustare ottime specialità della cucina locale ed internazionale.

Embrace Doha: alla scoperta delle tradizioni – Embrace Doha, creata nel 2014, è stata ideata e promossa per offrire ai visitatori esperienze coinvolgenti alla scoperta della storia, della cultura e delle tradizioni del Qatar. I visitatori possono scegliere di partecipare a diverse sessioni culturali con focus su famiglia, etichetta e protocolli in campo del business, e introduzione a pratiche tradizionali come il Ramadan. Durante gli incontri, la cui durata varia da due a quattro ore, è possibile vivere l’autentica ospitalità qatariota, assaggiare pietanze tipiche, bere del ‘Gahwa’, il caffè arabo, e farsi decorare le mani con l’henné nella tradizionale area salotto ‘majlis’.

Le bancarelle del Souq Waqif – Gli affollati vicoli del Souq Waqif offrono un assaggio autentico della cultura locale, dell’architettura e della storia del Qatar.. I negozi e le bancarelle che animano le strette stradine offrono una ricca varietà di specialità gastronomiche mediorientali, spezie, datteri e noci, accanto a prodotti di qualità come profumi, gioielli, stoffe e souvenir artigianali. I visitatori possono immergersi nella magica atmosfera creata dalle note di musiche tradizionali e dagli spettacoli artistici e culturali che si svolgono in tutto il Souq e provare le specialità gastronomiche dei numerosi ristoranti e caffè tra piatti tradizionali e proposte culinarie internazionali.

I segreti della falconeria – La falconeria è un’usanza che è stata introdotta in Qatar attraverso le tribù beduine. Oggi la pratica ha assunto una vera valenza sportiva ed è ancora molto popolare nel Paese: i figli accompagnano i padri nel deserto per imparare questa antica arte e allo stesso tempo per sviluppare autodisciplina e pazienza. Il Souq Waqif di Dohaospita, in un’area dedicata alla falconeria, un mercato tradizionale e un ospedale. Qui, è possibile acquistare diversi esemplari di falchi, i cui prezzi variano da circa 1.000 a circa 230.000 euro per le specie più rare.

Katara Cultural Village – Lungo la costa orientale di Doha, tra West Bay e The Pearl, il Village, oltre a comprendere diversi teatri, due moschee e numerose gallerie d’arte, presenta uno spazio che ospita concerti, spettacoli, mostre ed eventi di respiro internazionale come il Doha Film Institute Ajyal Youth Film Festival, ogni novembre. Durante tutto l’anno sono inoltre in programma una serie di proiezioni di film indoor e outdoor ed è possibile utilizzare la spiaggia pubblica adiacente, ricca di ristoranti raffinati e dotata di moderne strutture per avventurarsi nell’ampia offerta di sport acquatici. La vera gemma del Katara Cultural Village rimane però il suo spettacolare anfiteatro, che richiama il Colosseo e che può ospitare fino a 5.000 persone.

Cammelli cavalcati da robot – Tra le usanze sportive tradizionali, la corsa dei cammelli è una delle più importanti del Qatar. A circa un’ora di macchina nel deserto, a nord di Doha, è possibile raggiungere il circuito di Al-Shahaniya, dove assistere a tornei nazionali ed internazionali (tra ottobre e febbraio) e alle avvincenti sfide per aggiudicarsi l’ambito premio Golden Sword (tra marzo e aprile). La particolarità di questo evento è che i cammelli da corsa non vengono cavalcati da uomini, ma da fantini robot telecomandati a distanza e vestiti con stoffe di seta colorate: questa fusione unica di tradizione e tecnologia moderna è diventata un segno distintivo nel calendario degli eventi del Qatar.

Il Forte di Al Zubarah – Il Qatar ospita uno degli esempi più estesi e meglio conservati di insediamenti del XVIII-XIX secolo nella regione costiera del Golfo Persico: la città di Al Zubarah. Il Forte di Al Zubarah è stato proclamato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, diventando il primo sito in Qatar ad ottenere questo importante riconoscimento. Il Forte rappresenta una delle principali attrazioni turistiche e presso il suo centro visitatori viene fornita una panoramica completa della ricca storia della regione del Golfo Persico, antecedente alla scoperta del gas e del petrolio.

Crociera in dhow al tramonto – A Doha, non può mancare una crociera a bordo del dhow la tradizionale barca di legno araba – navigando tra le calme acque del Golfo Arabico. I dhow, con i loro lunghi e sottili scafi, hanno giocato un ruolo importante nella storia commerciale del Qatar e sono stati utilizzati per trasportare beni pesanti, come frutta, acqua fresca e merci varie. Oggi, queste barche tradizionali adornate di luci, offrono agli ospiti la possibilità di godere di una vista spettacolare sullo skyline di Doha e di gustare a bordo un ottimo buffet.

Per maggiori informazioni: www.VisitQatar.qa



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 5 ottobre 2018 — 8:34
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016