La rinascita di Tedino e le lacrime di Diamanti


Calcio

La rinascita di Tedino e le lacrime di Diamanti
© Getty Images

Il Palermo rinasce battendo il Frosinone al termine di una vera e propria battaglia al Barbera complice un’incursione di Gnahoré. Tedino accorcia sui ciociari e si ripropone per la Serie A diretta. Intanto alle spalle Parma e Perugia non scherzano più: D’Aversa sbanca  l’Adriatico ormai orfano di Zeman, mentre Breda incassa il 19º punto nel girone di ritorno regolando anche il Foggia e avvicinandosi a grandi passi ai play off. Impreca il Bari raggiunto al 93′ al San Nicola.

Mai dire che è finita in questa indecifrabile B. Quando tutto sembra risolversi, basta un attimo a capovolgere lo scenario. E’ il caso del Frosinone che cade a Palermo a capo di una gara autorevole e combattuta che alla fine, però, rilancia Tedino e fa diventare rilevante la brusca frenata di Longo. Tre sconfitte nelle ultime 6 gare e 7 punti sono dati che racconterebbero di una squadra imballata e lontana da quella che aveva impresso, dopo il pari di Carpi, una svolta alla stagione con ben 5 successi di fila. E allora è bene restare ancorati alle prestazioni per capirci di più. Così, se era sbagliato considerare il Palermo precipitato nella più nera delle crisi, così ora sarebbe un errore dare per spacciati i ciociari che restano primi, anche se l’Empoli oggi può superarli e gli stessi rosanero possono azzerare le distanze sfruttando il recupero di Parma. Tedino, dunque, c’è anche se nelle ultime 6 gare giocate ha fatto gli stessi punti dei laziali. Il bello deve venire, perché altre antagoniste sembrano aver archiviato i rispettivi momenti no. E’ il caso del Parma di D’Aversa che sbriciola il Pescara orfano di Zeman, sbanca l’Adriatico e si ricandida per la A col solito Calaiò (100º gol in B). Come il Perugia di Breda che nel ritorno non teme rivali con 19 punti e un Diamanti in più. L’ex azzurro griffa il suo 1º gol e scoppia in lacrime dedicandolo all’amico Astori che applaude da lassù col suo indelebile sorriso da bambino. Impreca il Bari ripreso allo spirare di un match che non riesce a chiudere anche per merito di un indomito Grassadonia. Questa è la B!



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 11 marzo 2018 — 0:50
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016