Kia Stinger, esclusività e performance a braccetto



La nuova ammiraglia Kia è una vera sfida

È lʼauto che ti sorprende, una vera granturismo. Soltanto che è lunga 4,83 metri, con un assetto basso e ben aderente alla strada, dinamica e priva di rollio. È Kia Stinger, che deriva dal prototipo di coupé 5 porte GT4, svelato nel lontano 2011! Per Kia è un Sogno che si realizza! Tgcom24 è andata in Costa Azzurra a provare la versione 2.2 diesel CRDi da 200 CV della vettura, già disponibile sul mercato italiano.

Arriva in Italia la Kia Stinger

Trazione posteriore, ottimo handling, divertente e scattante, Kia Stinger è la dimostrazione concreta di come esclusività e performance possano andare dʼaccordo. Ha unʼottima aerodinamica (Cx 0,30) e un design dʼispirazione aeronautico con due belle prese dʼaria sul musetto anteriore e la coda tagliata in stile “fastback”. Il look dʼinsieme svela un cofano imponente, le fiancate tese e scolpite e le spalle pronunciate. Kia ci ha messo molti anni a definire il progetto della sua nuova, originale ammiraglia, e si è convinta alla fine di lasciar perdere con la tradizione delle berline classiche per strizzare lʼocchio a una clientela nuova, che però non andava delusa dal punto di vista prestazionale.

Stinger realizza tutto quel che promette a prima vista: abbiamo girato in modalità Sport, la più agguerrita, e il motore romba prepotente quando si accelera uscendo dalle strade strette e dalle curve della costiera francese. La granturismo coreana offre comunque al guidatore un ventaglio ampio di possibilità di guida: si può scegliere fra 5 configurazioni di marcia differenti e con le più confortevoli dimostra di saper camminare parecchio, silenziosa e con buonissimo comfort interno. Le versioni a trazione posteriore si caratterizzano per il differenziale autobloccante, che migliora la distribuzione della potenza fra le due ruote posteriori.

Bene anche la tecnologia di sicurezza a bordo: abbiamo testato lʼAnti Collision System, col suo corollario di sensori che evitano gli impatti frenando e sterzando in automatico, e funziona molto bene. Piacevole la grafica dellʼhead-up display e un know-how che non lascia indietro nessuna tecnologia oggi disponibile sullʼalto di gamma. Dʼaltronde, vista la sfida che Kia Stinger dovrà affrontare (i segmenti D ed E dominati dalle tedesche), non poteva che essere così.

La versione a gasolio da noi provata costa 47.500 euro. È proposta anche con la trazione 4×4, il sovrapprezzo è di 2.000 euro. Assicurazione kasko, super garanzia di 7 anni e manutenzione inclusa, come anche la disponibilità di offerte in Leasing e a noleggio fanno parte da sempre del bagaglio a favore della clientela. Cʼè anche una versione a benzina di cilindrata 3,3 litri e motore 6 cilindri, i prezzi partono da 55.000 euro.



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 17 aprile 2018 — 9:51
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016