Imponenti lavori a Buckingham Palace: regina "sfrattata" dopo 66 anni



Il restauro del palazzo sta procedendo secondo i piani e presto sarà il momento per la sovrana di lasciare le sue stanze. A capo dei lavori il principe consorte. Polemiche sui costi

Per la prima volta dalla sua ascesa al trono nel 1952, la regina Elisabetta dovrà cambiare camera da letto. Gli imponenti lavori di ristrutturazione di Buckingham Palace stanno procedendo secondo i piani e presto sarà il momento per la sovrana di lasciare le sue stanze.

A capo dei lavori decennali c’è il principe consorte Filippo. Già direttore dei restauri del castello di Windsor dopo l’incendio del 1992, il 96enne duca di Edimburgo ha deciso di assumersi questo nuovo incarico. Da 66 anni il principe cerca di apportare migliorie al palazzo che ora necessità di un restauro totale.

I lavori

Come riporta La Stampa, ci sono da sostituire 160 km di cavi, 50 km di tubi, 6500 prese elettriche, 2500 termosifoni, 5000 porta lampadina, l’equivalente di 3,5 campi da calcio di parquet e 500 sanitari le cui catenelle si sono rotte anche nei bagni più esclusivi. Il costo complessivo degli interventi ammonta a 369 milioni di sterline (420 in euro). I lavori andranno avanti fino al 2027 e a breve si passerà a restaurare la East Wing, la facciata più famosa di Buckingham Palace: sudditi e turisti non si preoccupino, il balcone dal quale la famiglia reale si affaccia resterà sempre accessibile e visibile.

Sono già scattate le prime polemiche sul costo dell’intera operazione. Sarà la regina a pagare i lavori con i suoi soldi suoi, dati in realtà allo Stato. I ricavi derivati dalla gestione delle sue proprietà vanno al Tesoro, che ne destina poi il 15% alla sovrana per le sue spese. Per pagare i lavori, questo appannaggio salirà nei prossimi anni al 25%.

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 7 ottobre 2018 — 16:15
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016