«Il mio nome ancora strumentalizzato»



«Sono sconvolta. Ancora una volta vedo il mio nome strumentalizzato per altri fini». Sono le parole sul caso Ronaldo scritte da Ruby, la giovane marocchina al centro della vicenda delle feste ad Arcore a casa dell’ex premier Silvio Berlusconi, in un sms inviato questa mattina al suo legale Paola Boccardi. Karima smentisce quanto riportato sul suo conto dai media nell’ambito delle accuse mosse dagli Usa al campione della Juventus.

LEGGI ANCHE Calcio batte #MeToo: attori alla gogna e a Ronaldo il Pallone d’oro

I media britannici hanno  ripreso le accuse del 2011 di Karima El Mahroug – la celebre “Ruby Rubacuori” – che dichiarò di aver ricevuto dal fenomeno portoghese 4.000 euro per dormire con lui quando era ancora diciassettenne. La storia fu smentita immediatemente, ma l’ondata di accuse nei confronti di Ronaldo ha ridato credibilità anche alla versione di Ruby. La realtà dei fatti dice però che non esiste nessun’altra indagine in corso su CR7, se non quella della polizia di Las Vegas sul caso Mayorga.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 9 ottobre 2018 — 12:05
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016