Il caso Kuciak, dopo gli scandali si dimette il ministro dell’Interno



Nei giorni scorsi si erano moltiplicate le richieste di dimissioni dopo l’assassinio del giornalista investigativo Jan Kuciak.

Kalinak è finito nel registro degli indagati in un presunto caso di corruzione. Vasil Spirko, rappresentante dell’Ufficio del Procuratore Speciale slovacco, ha infatti annunciato di aver «presentato una denuncia penale contro Kuciak per sospetta ostruzione all’esercizio della giustizia». La denuncia riguarda anche delle forze dell’ordine, tra cui il capo della polizia Tibor Gaspar, ha aggiunto nel corso di un briefing davanti all’ufficio dell’Usp a Pezinok, nella regione di Trnava. 

Secondo una testimonianza citata dal pubblico ministero, Kalinak e l’ex ministro delle finanze Jan Pociatek avrebbero ricevuto tangenti fino a 200 milioni di euro per la concessione di un appalto collegato a servizi e materiale informatico per il ministero degli Interni. Spirko ha supervisionato questa indagine, ma è stato successivamente screditato e accusato di esercitare pressioni su un testimone prima di essere scagionato. 

Kalinak è stato travolto dalle polemiche dopo la morte di Jan Kuciak, ucciso con la sua fidanzata. Il giornalista investigativo era in procinto di pubblicare un articolo sui presunti legami tra i politici slovacchi e uomini d’affari italiani sospettati di essere collegati alla ‘ndrangheta. Migliaia di persone, 25.000 soltanto a Bratislava, hanno partecipato lo scorso venerdì alle proteste anti-corruzione e hanno chiesto le dimissioni del premier Robert Fico e del suo ministro degli interni.

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 13 marzo 2018 — 5:20
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016