I grillini pensano alle Camere: "Da oggi interlocuzioni con i partiti"



Il Movimento Cinque Stelle comincia il suo giro di “consultazioni” per trovare un’intesa sui nomi per la presidenza delle Camere

Il Movimento Cinque Stelle comincia il suo giro di “consultazioni” per trovare un’intesa sui nomi per la presidenza delle Camere. A dare il via a questa serie di incontri tra M5s e altre forze politiche è stato un post firmato dai due nuovi capigruppo grillini, Giulia Grillo e Danilo Toninelli che sul Blog delle Stelle hanno spiegato la mossa pentastellata: “Da oggi, in accordo con Luigi Di Maio, inizieremo le interlocuzioni con gli altri gruppi politici per le presidenze di Camera e Senato. Vogliamo figure di garanzia. Le due presidenze devono essere assolutamente slegate da qualsiasi questione di governo. Anche in questo, chiediamo responsabilità a tutte le forze politiche affinché si possa arrivare a scelte condivise che non rispondano a nessuna logica di spartizione delle poltrone”.

Poi i due capigruppo hanno sottolineato il ruolo dei parlamentari nella nuova sfida che li attende: “Il MoVimento 5 Stelle – proseguono – ha avuto il mandato da parte dei cittadini per governare questo Paese, ed è con questa stessa responsabilità che vogliamo interloquire con le altre forze politiche. La forza del MoVimento 5 Stelle è stata e sempre sarà il gioco di squadra. E’ questo quello che ci ha fatto crescere sin dall’inizio e che ci contraddistingue. E grazie al voto degli italiani, contro tutto e contro tutti, i nostri gruppi parlamentari oggi sono i più grandi del nuovo Parlamento. Tutti i portavoce eletti lavoreranno con e per il gruppo, nessuno escluso. L’impresa che ci aspetta richiede un grande impegno che dovrà essere coordinato al meglio”. Di fatto l’apertura dei grillini a trattative sulle presidenze riceve già una battuta d’arresto da parte del Pd che boccia i nomi che erano circolati nelle ultime ore sulle sponde pentastellate: Fraccaro e Toninelli. Il Dem Anzaldi respinge questa ipotesi: “Chi parla degli esponenti cinque stelle Fraccaro e Toninelli come possibili presidenti delle Camere dovrebbe ricordare alcune circostanze che li riguardano e che li rendono assolutamente impresentabili e inadeguati”. Insomma le trattative andranno per le lunghe e di fatto bisognerà capire quali scenari e quali alleanze potranno nascere per indicare i due nomi che sostituiranno Grasso e Boldrini.

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 14 marzo 2018 — 14:08
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016