Google rilancia i suoi smartphone: ecco il Pixel 3 e 3XL. Con una fotocamera super


LONDRA – Un posto al sole tra i dispositivi mobili. E non solo. Nel 2018 del suo ventennale, Google ci riprova e rinnova i suoi prodotti di punta a cominciare dallo smartphone Pixel, che oggi arriva alla versione 3, per continuare con il tablet “2-in-1” Pixel Slate, per la prima volta con il sistema operativo proprietario Chrome e finire con i nuovi terminali per la smart home, il Google Home Hub, assistente personale adesso con schermo da 7 poliici per poter controllare ogni device intelligente della casa.

La scommessa di Big G resta lì sul tavolo, anzi, il colosso di Mountain View rilancia. Crede nei suoi smartphone: all’evento di New York, trasmesso in streaming a Londra, esibisce il Pixel 3 e Pixel 3XL, il nuovo flagship, con orgoglio. Lo spinge. E fa bene, considerando che le vendite del modello precedente non lo hanno consacratro come fenomeno di massa. Nonostante molte recensioni positive, numeri alla mano il Pixel resta a distanza siderale dai Samsung di fascia alta e dagli iPhone. Ma quella è un’altra storia, al momento un’altra partita: secondo la società di ricerca e analisi IDC, Google ha venduto circa 4 milioni di telefoni nel 2017, il doppio rispetto a un anno prima ma lontanissimo da Apple che negli stessi 12 mesi ha venduto circa 217 milioni di iPhone.

Certo, uno spazio tutto suo il Pixel è riuscito a ritagliarselo tra chi ama avere prima di tutti gli altri  degli update di Android prima dei concorrenti (il Pixel 3 sfoggia Android Pie in anteprima), il sistema operativo originale senza alcuna personalizzazione e, soprattutto un hardware di alto livello a un prezzo inferiore rispetto a quello della maggior parte dei concorrenti. Rispetto al modello precedendo qui ci sono: uno schermo quasi edge-to-edge sul modello più grande, un’area di visualizzazione più ampia su entrambi i telefoni, processori più veloci e una fotocamera decisamente migliorata.

Chi si attendeva un accenno alla chiusura del social Google +, arrivata dopo la una falla di sicurezza che ha messo a rischio i dati di 500mila utenti, è rimasto deluso. Sul palco Rick Osterloh, a capo dell’hardware di Google, ha introdotti i tre prodotti lanciati oggi (Pixel Slate e Home Hub per ora non arriveranno in Italia) preceduta dalle note di “Help” dei Beatles, colonna sonora di un video che ha mostrato i modi in cui Google aiuta gli utenti nella vita quotidiana. Dalle ricerche online all’indicazione del luogo in cui abbiamo parcheggiato, dalla traduzione in altre lingue alla prenotazione di un ristorante attraverso Google Assistant. Solo prodotti.

Come è fatto. Il motore del Pixel 3 è un processore Qualcomm Snapdragon 845 a 10 nanometri e quindi a basso consumo, 2.5Ghz + 1.6Ghz, 64Bit Octa-Core. Ha una doppia fotocamera frontale da 8 MPx e 12 per quella posteriore. Lo schermo è un Amoled da 5,5 pollici 18:9, supporto HDR Full Hd plus a 1080 x 2160 pixel. Batteria da 2915 mAh. Quanto al modello Pixel 3XL le specifiche vedono un display P-OLED da 6,3 pollici 19:9 con risoluzione QHD+ (1440 x 2880 pixel) un notch che si fa notare. Ottima, grazie allo spazio a disposizione, la batteria da 3430 mAh. Ha speaker stereo, tre microfoni e soppressione del rumore. Tutti e due gli smartphone, quello “piccolo” e quello grande, beneficiano di 4 GB di RAM, tagli da 64 a 128 GB di memoria interna e naturalmente della nuova versione di Android Pie, in anteprima. Ma non è tutto: il nuovo flagship di Big G è resistente alla polvere e all’acqua, con certificazione IP68. il design è rimasto tutto sommato fedele ai modelli precedenti, mantenendone la scocca con doppio materiale (alluminio e ibrido in plastica) in tre colorazioni dai nomi assai curiosi: Just Black, Clearly White, Not Pink. Si sbloccano con l’impronta digitale, niente riconoscimento facciale. Tra gli accessori quattro cover (antracite, indaco, grigio e rosa. Ognuno a 45 euro) e uno stand di ricarica provvisto di Google Assistant (79 euro). In preordine da oggi, saranno disponibili dal 2 novembre. I prezzi: il Pixel 3 costa 899 euro (64 GB) e 999 (128 GB), il Pixel 3XL 999 euro (64GB) e 1099 euro (128GB).

Una fotocamera super. Lo slogan di Google è semplice: fotografate i sorrisi, non gli occhi chiusi. E per riuscirci propone una nuova funzionalità che si chiama “scatto migliore”. Naturalmente utilizza l’Intelligenza artificiale per immortalare la foto. Funziona cos’: quandso si fa una foto in movimento, questa funzionalità scatta foto alternative in HDR+, per poi suggerire la migliore, anche se non corrisponde a quella dell’istante in cui si preme il pulsante, in cui tutti sorridevano e guardavano l’obiettivo. Scatto migliore, infatti, cerca automaticamente la migliore e dà all’utente la possibilità di salvarla. Dall’astronomia e dalla fotografia scientifica arriva un’altra funzione, quella che consente di zoomare senza sgranare l’immagine. E’ lo zoom ad alta definizionem una tecnologia della fotografia computazionale. Nuove features sono la modalità foto notturna e i Selfie di gruppo che riesce a includere il 184% di spazio in più. Ma non è finita. Con la modalità Ritratto si puù scegliere cosa mettere a fuoco anche dopo aver scattato; nella modalità “Cogli l’attimo” la camera scatta quando capisce che stiamo sorridendo o facendo una bugga espressione. E l’intelligenza artificiale c’entra anche qui. Non mancano gli stick divertenti per dare vita a selfie e video e la funzionalità Messa a fuoco in movimento che permette di girare vidio estremamente fluidi considerando che si occupa di mantere automaticamente la messa a fuoco e stabilizza automaticamente l’immagine in caso di video selfie in movimento.
 

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 9 ottobre 2018 — 18:20
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016