Gazzetta: Milan, le visite mediche di Reina e l’inquietudine di Donnarumma


L’arrivo del portiere spagnolo, secondo la ricostruzione della rosea, sarebbe un invito esplicito alla famiglia Donnarumma: Gigio e Antonio via, al culmine di tensioni infinite.

Gazzetta: Milan, le visite mediche di Reina e l’inquietudine di Donnarumma

Storie parallele

Reina al Milan, visite mediche già effettuate. Questa è la notizia, poi ci sono tutte le sfaccettature del caso, il rapporto parallelo ma diretto con la situazione di Donnarumma. Insomma, i portieri in orbita rossonera vivono un momento di assoluta inquietudine. La Gazzetta dello Sport prova a ricostruire la faccenda, tra intrecci contrattuali e rapporti difficili.

Leggiamo: «Il “duello”  tra le parti si rinnova, coinvolge gli stessi attori ma con parti differenti: Raiola, stranamente, fa da comparsa, i protagonisti sono i fratelli Donnarumma, Gianluigi e Antonio, la loro famiglia e il d.s. rossonero Mirabelli. L’ultimo episodio della serie ha dato l’impressione dei ruoli  invertiti: se l’estate scorsa Gigio era stato tentato dal Paris Saint Germain, stavolta turbato da eventuali proposte pare essere il Milan. La scena si apre con le visite mediche di Reina, prevedibilmente un nuovo giocatore rossonero. In un’altra inquadratura si vedono Gigio, Antonio e papà Alfonso che interpretano il futuro ingaggio di un nuovo portiere come un invito ai fratelli, più o meno esplicito, a cambiare aria. Altre riprese offrono invece il punto di vista del Milan: ancora incerta sui desideri di Gigio e del suo manager, la società è giusto che si cauteli con un eventuale sostituto».

Incertezza

In pratica, secondo la Gazzetta, il Milan non è e non era già certo dell’addio di Donnarumma. L’acquisto (ormai formalizzato) di Reina è quindi un’operazione di prevenzione. Una lettura inattesa della situazione, anche perché Reina ha un profilo un tantino ingombrante. Lo scrive anche la rosea: «Il punto è che Reina, titolare a Napoli, è un personaggio scomodo: chissà se a 36 anni accetterebbe di essere la riserva di un neo patentato. Ieri mattina Pepe si è sottoposto alle visite mediche con il Milan, test necessari prima del deposito dell’accordo da futuro svincolato. Reina firmerà un contratto fino al 2020 con opzione al 2021 a 3 milioni netti all’anno: il Milan ha informato il Napoli ma ieri ha evitato he alle visite fossero presenti medici rossoneri. Un modo per evitare fughe di notizie, che poi  sono girate comunque: Pepe passeggiava in centro città, giustificandosi con lo shopping…».

La situazione è calda. Il problema nel rapporto tra il clan Donnarumma e il Milan starebbe nel futuro di Antonio, fratello maggiore. Che, con Reina a Milanello, perderebbe automaticamente i galloni di secondo portiere. Ovvero, una delle promesse fatte alla famiglia in sede di rinnovo del contratto. Inoltre, ci sarebbero stati degli attriti forti con la dirigenza, Mirabelli in testa. Si parla di connivenza o comunque di tacita accettazione, da parte della società, rispetto a uno striscione di forte critica (eufemismo) della curva nei confronti dei due Donnarumma.

 

In tutto questo, ci sono campo e bilanci. Il Milan, senza Champions, potrebbe/dovrebbe pensare alla cessione di un big. I Donnarumma brothers sarebbero anche disposti a restare, ma l’arrivo di Reina e la faida interna spingono verso l’addio – almeno secondo la Gazzetta. L’unico che sembra godere della situazione è Mino Raiola. Che questa volta, incredibile ma vero, sembra non aver fatto quasi niente.

ilnapolista © riproduzione riservata
Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 13 marzo 2018 — 9:14
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016