Fai: tanti insoliti tour per le Giornate d’Autunno



Un fine settimana con visite in 660 luoghi inaccessibili o poco valorizzati in 250 città

Da nord a sud della Penisola l’invito è quello di lasciarsi sorprendere dalla ricchezza del patrimonio diffuso italiano, scoprendo o riscoprendo con occhi curiosi e da prospettive insolite 660 luoghi in tutte le regioni. Per l’occasione saranno impegnati ben 3.800 volontari – appartenenti soprattutto ai Gruppi FAI Giovani. Tra gli itinerari tematici ecco alcuni dei più interessanti.

Roma – Grazie all’itinerario Sali a bordo. Viaggio nella modernità del Novecento saranno visitabili, tra gli altri, il Bunker della Stazione Termini, la cabina di comando sotterranea costruita nel 1936 dove i ferrovieri dovevano rifugiarsi in caso di bombardamenti e, tramite 730 leve, continuare a garantire la partenza e l’arrivo dei treni. E ancora il Palazzo dell’Aeronautica, costruito tra il 1929 e il 1931 per volontà di Italo Balbo, che ben rappresenta l’architettura di regime e allo stesso tempo stupisce per un’organizzazione degli spazi interni e per soluzioni tecnologiche avveniristici per l’epoca.

Milano – Aprirà le sue porte Palazzo Edison, progettato nel 1892 dall’architetto Enrico Combi, che sorprende per la ricchezza dei suoi interni dove si possono ammirare splendidi pavimenti di marmo, preziose decorazioni, statue e due straordinarie vetrate a forma di cupola, tra le più grandi del mondo; Palazzo Marino, dal 1861 sede dell’amministrazione comunale, la cui costruzione iniziò nel 1558 su progetto del perugino Galeazzo Alessi per volere del ricco commerciante genovese Tommaso Marino.

Napoli – L’itinerario Saglienn’pe l’Arena toccherà alcuni luoghi a valle della collina di Capodimonte, tra cui il Real Orto Botanico, oasi verde di quasi 12 ettari realizzata nel XIX secolo durante il dominio francese che oggi conta circa 25.000 esemplari di 9.000 specie diverse di piante, provenienti da ogni parte del mondo, e il Giardino di Babuk, un angolo incantato e misterioso della città, che custodisce fiori, fontane, affreschi, alberi secolari e un profondo ipogeo utilizzato per estrarre tufo, poi rifunzionalizzato come cisterna d’acqua e, durante l’ultimo conflitto mondiale, come rifugio antiaereo.

Torino e Bari – Nel capoluogo piemontese verrà proposto un percorso lungo le acque del fiume Po, dai Murazzi, gli imponenti argini costruiti a partire dalla seconda metà XIX secolo per preservare la città dalle piene del fiume, alle più antiche società canottieri di Torino, normalmente riservate ai soci. A Bari apertura straordinaria, prima dell’inaugurazione ufficiale, del Teatro Margherita, l’unico in Europa a sorgere su una struttura di palafitte e in restauro dal 2002. Alla riapertura diventerà, con la sala Murat e l’ex Mercato del pesce, sede del polo museale di arte contemporanea della città metropolitana di Bari.

Parma e Venezia – Apertura eccezionale della Certosa di San Girolamo a Parma, costruita a partire dal 1285 e per circa 500 anni sede di un monastero, solitamente inaccessibile perché dal 1975 è sede della Scuola di Formazione e Aggiornamento della Polizia Penitenziaria. Nel capoluogo del Veneto tra i beni visitabili Casa Masieri, per la cui progettazione fu incaricato inizialmente Frank Lloyd Wright – il cui progetto nel 1955 venne ufficialmente respinto dalla commissione edilizia della Municipalità di Venezia – e poi, anni più tardi, l’architetto veneziano Carlo Scarpa.

Per maggiori informazioni: www.fondoambiente.it



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 11 ottobre 2018 — 7:20
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016