Facebook, nell’ultimo hackeraggio colpiti 29 milioni di utenti


WASHINGTON – I dati di 29 milioni di persone sono stati compromessi nell’ultimo attacco hacker scoperto da Facebook due settimane fa. Lo ha reso noto la società in una conference call. I ‘pirati’ hanno usato parte delle liste di amici di 400 mila persone per rubare il token di accesso. Inizialmente Facebook aveva riferito che l’attacco poteva riguardare 50 milioni di account ma aveva detto di non sapere se erano stati compromessi.

I pirati informatici hanno avuto accesso a nome, indirizzo email e numeri di telefono di 29 milioni di utenti. Per 14 milioni gli hacker hanno ottenuto ulteriori dati, come la città natale, la data di nascita, gli ultimi 10 posti che hanno cercato o le 15 ultime ricerche. Un milione di account è stato colpito dall’attacco ma senza violazione di dati. Facebook intende inviare messaggi agli utenti i cui account sono stati hackerati.

L’ultimo hackeraggio scoperto da Facebook due settimane fa non ha riguardato Messenger, Instagram, Whatsapp, Oculus, Workplace, i pagamenti e le app o le pubblicità di parti terze, ha fatto sapere la società di Menlo Park. L’Fbi sta indagando sull’ultimo hackeraggio subito da Facebook e ha chiesto alla società di non parlare di chi possa esserci dietro l’attacco, ha spiegato Guy Rosen, vice presidente Fb per il product management. La dichiarazione lascia supporre che Facebook possa sapere o avere sospetti sugli autori dell’attacco.

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 12 ottobre 2018 — 19:42
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016