Facebook lancia Memories, una timeline parallela per i ricordi

Facebook lancia Memories, una timeline parallela per i ricordi

Come ‘Accadde Oggi’ ma più esteso, meglio organizzato e più semplice da trovare. Per spingere gli utenti a celebrare i propri ‘amiciversari’ rilanciando i contenuti del passato


FACEBOOK ristruttura il libro delle memorie e dei ricordi dei suoi utenti. Come? Lanciando una nuova e più articolata sezione battezzata ‘Memories’ che raccoglie una serie di flashback sui contenuti pubblicati nel corso degli anni, sugli intrecci con gli altri utenti, sui momenti che la piattaforma ritiene più importanti. Sì, certo: è quanto fa da tempo quando ci ripropone foto e post pubblicati magari due o cinque anni prima. Ma stavolta la faccenda si fa più cospicua: d’altronde ogni giorno oltre 90 milioni di persone sfruttano in qualche modo la funzionalità ‘Accadde Oggi’ per ricordare momenti che hanno condiviso su Facebook. Ecco perché sullo scrigno del nostro passato Menlo Park ha deciso di mettere il turbo.
 
L’indirizzo da digitare per accedere alla sezione speciale è www.facbeook.com/memories. Si apre subito una sorta di timeline parallela, una bacheca in stile viaggio nel tempo in cui all’utente vengono riproposti post e foto pubblicati nel giorno in questione ma negli anni precedenti. C’è anche un promemoria sugli amici con cui si è stretta relazione in quel giorno e video o album fotografici che celebrano questi contatti. Oltre ai compleanni, gli ‘amiciversari’ sono alcuni fra i contenuti che più spingono al coinvolgimento fra le persone.
 
Insomma, la novità sta nell’organizzazione dei contenuti, per fare in modo che le memorie – oltre ‘Accadde Oggi’ – siano facilmente individuabili. Per darci cioè più controllo, anche se legato alla progressione cronologica, su quanto abbiamo ‘prodotto’ negli anni passati. Il gruppo spinge d’altronde in continuazione sull’’engagement’ degli utenti, arricchendo i metodi di reazione (commenti in gif, status colorati etc.) e, appunto, puntando sulle ricorrenze. La necessità di tornare a ‘impastare’ quanto pubblicato in passato è legata anche al fatto che mentre all’inizio dell’avventura social non c’era grande concorrenza, oggi gli utenti spalmano i loro contenuti su una moltitudine di piattaforme così come nelle chat private.
 
“Sappiamo che i ricordi sono profondamente personali e non necessariamente positivi – ha spiegato la product manager Oren Hod in un post – proviamo ad ascoltare i feedback degli utenti e a progettare queste sezioni in modo che abbiano senso e offrano alle persone il giusto controllo oltre a semplicità di accesso. Lavoriamo duro per assicurarci di trattare il contenuto come parte dell’esperienza individuale di ogni singolo utente”.







Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 13 giugno 2018 — 15:53
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016