Europa League, Eintracht Francoforte-Lazio 4-1: espulsi Basta e Correa


FRANCOFORTE (Germania) – Voleva ritrovare il carattere che aveva smarrito nel derby, la reazione che ci si aspettava dopo una batosta del genere e invece s’è ritrovato sotto di due uomini tra la fine e l’inizio del secondo tempo con il solo obiettivo di limitare i danni: Inzaghi e la sua Lazio sono costretti a soccombere all’Eintracht di Francoforte che vince 4-1 beneficiando dei rossi sventolati a Basta e Correa e delle tante imprecisioni difensive. Da Costa (doppietta), Kostic e Jovic sono gli autori della festa tedesca, Parolo è invece il marcatore dell’illusorio pari alla mezz’ora della prima frazione che registra anche il ko di Durmisi. Testa alta e ripartire subito in vista del delicato impegno di domenica contro la Fiorentina: sarà l’ultima gara prima della sosta.

Eintracht Francoforte-Lazio 4-1: tabellino e statistiche

Europa League, gironi e classifiche

LE SCELTE – A Immobile non si rinuncia. Lo sa bene Simone Inzaghi che schiera il suo attaccante dal 1’ anche in Europa League affiancandolo a Correa. Le corsie esterne sono presidiate da Basta e Durmisi, in mezzo c’è come sempre Milinkovic. In porta ecco Proto. L’Eintracht lascia in panchina Rebic: il tandem offensivo è formato da Jovic e Haller.

SUBITO DA COSTA – Per la Lazio si metta subito in salita, l’Eintracht sblocca il match già al 4’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo: il traversone di De Guzman scavalca Milinkovic e trova il destro vincente di Da Costa bravissimo a prendere il tempo a Lucas Leiva e a battere Proto. La reazione della squadra di Inzaghi prova a concretizzarsi con uno dei pochi biancocelesti a salvarsi nel primo tempo: la conclusione di Immobile è sì velenosa, ma trova l’ottimo piazzamento di Trapp che devia in corner.

DURMISI KO – Altra grana per la Lazio: Durmisi è costretto a lasciare il campo poco dopo il quarto d’ora per uno scontro di gioco. L’esterno danese, rimpiazzato da Lulic, cade sul braccio in maniera scomposta e le immagini non promettono nulla di buono. Amnesie difensive, difficoltà sulla costruzione del gioco ed errori banali: il gol di Parolo (23’) – che finalizza un contropiede magistrale – è soltanto una parentesi solitaria.

ROSSO A BASTA – I tedeschi tornano di nuovo avanti cinque minuti più tardi con la firma di Kostic: Wallace si fa sorprendere, Leiva perde un contrasto e il numero 10 dell’Eintracht trasforma in rete l’assist arretrato di Gacinovic. A complicare i piani di Inzaghi è anche il rosso a Basta, che nel tentativo di fermare la ripartenza della squadra di Hutter si becca il secondo giallo proprio alla fine della prima frazione.

NOTTE FONDA – Nella ripresa non va assolutamente meglio perché l’atteggiamento offensivo della Lazio – in inferiorità numerica – concede praterie e ripartenze al Francoforte: stavolta è l’errore di Acerbi che porta all’azione che si conclude con il pallonetto di Jovic (52’) che vale il 3-1. Altro giro di lancette, altro cartellino rosso: espulso anche Correa per aver atterrato a metà campo De Guzman. Cambia tutto, cambia la partita di Inzaghi che adesso gioca per limitare i danni. Gli ultimi cambi sono quelli di Berisha (all’esordio assoluto) e di Luis Alberto che rimpiazzano Milinkovic e Lucas Leiva. L’Eintracht, non sazio, va alla ricerca del poker che si materializza in pieno recupero con la doppietta di Da Costa.

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 4 ottobre 2018 — 22:45
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016