Donnavventura: le avventure del safari in Kenya



Le inviate esplorano paesaggi sconfinate, sulle tracce degli animali più affascinanti del continente

Nelle giornate limpide le cime frastagliate del monte dominano l’orizzonte degli altipiani centrali, infatti è la seconda montagna più alta d’Africa, considerata da sempre dimora degli dei. Alle sue pendici vi è il Mount Kenya Safari Club, uno dei più famosi ed esclusivi Lodge di tutta l’Africa. Il Parco Nazionale del Monte Kenya si estende nell’intera area circostante, nella quale sono presenti habitat diversi, ed ospita una fauna molto ricca.

Non mancano gli incontri sorprendenti, quelli che restano scalfiti nella memoria, tra cui quello con il predatore implacabile e signore dell’Africa, il leopardo. Trovarsi a pochi metri da un esemplare di questo tipo è da brividi. La sua livrea maculata è tra le più affascinanti del regno animale e i toni variano secondo l’ambiente in cui vive. É un animale forte e adattabile che popola le regioni montuose, ma anche praterie, zone desertiche, foreste pluviali e savane alberate. Non è raro che si arrampichi sugli alberi servendosi dei suoi artigli e della sua innata agilità.
I protagonisti del safari sono tutti davvero affascinanti, ma il vero re della savana è senza dubbio il leone. Con il suo sguardo fiero e la sua criniera al vento è temuto e rispettato da tutti gli animali ed incontrarlo fa venire la pelle d’oca!

Allontanandosi dal Monte Kenya il territorio cambia totalmente. Viaggiando verso nord passando per la coloratissima realtà di Isiolo, un piccolo villaggio, si raggiungono Samburu, Shaba e Buffalo Springs. Sono un trio di riserve ecologicamente affini, situate nella parte settentrionale del Kenya e caratterizzate da savana arida fiancheggiata dal fiume Ewaso Nyiro. Questo è un habitat adatto a diverse specie animali, prime fra tutte le giraffe. All’interno dei parchi è sempre importante essere affiancati dalle guide, sia per una questione di sicurezza, che per riuscire a goderne la bellezza preservandone flora e fauna.

Durante un safari anche l’avvistamento dei grandi giganti buoni, gli elefanti, è un momento magico. Particolarmente curiosi per la loro mole, le grandi orecchie e per l’articolato comportamento sociale, questi pachidermi sono i più grandi animali terrestri, sono gregari ed hanno una vita sociale molto attiva. Questo è l’habitat naturale anche degli impala, abili saltatori, degli orici con le loro corna sottili e degli struzzi, i velocisti più grandi fra gli uccelli e non manca la caratteristica zebra, con le sue orecchie arrotondate.

Il safari fotografico è una delle esperienze più forti, ci si immerge in una realtà conosciuta solo attraverso i più svariati programmi televisivi. È un’avventura in un territorio dagli aspri contrasti e dai colori intensi. Un susseguirsi di incontri sensazionali che spiegano e giustificano il famoso “mal d’Africa”.



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 11 ottobre 2018 — 9:58
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016