Donnavventura: in viaggio a Singapore



Una città caleidoscopica e cosmopolita, in continua trasformazione

Attraversata dall’omonimo fiume, Singapore è una città giovane e la sua baia negli ultimi decenni ha subito una rivoluzione architettonica che ne ha stravolto completamente l’aspetto, cambiandone il profilo e regalandole uno skyline davvero magnifico.

Di sorprendente bellezza è il tempio Sri Mariamman, situato a Chinatown. È il tempio indù più antico di Singapore, datato 1827. È consacrato alla dea venerata per la sua capacità di favorire la pioggia, è la dea Sri Mariamman, nota anche per i suoi poteri curativi.

Singapore è un mix di culture e popoli diversi, la maggioranza etnica più significativa è quella cinese. La maggior parte dei cinesi vive nel quartiere di Chinatown, in forte contrasto con la modernità ed il design del resto della città. Le sue vie sono strette e ricche di botteghe. Il quartiere ospita il più grande tempio buddista di Singapore, inaugurato nel 2007 e realizzato in stile prettamente cinese, è dedicato alla reliquia del dente di Buddha. Chinatown pullula di ristoranti cinesi, bancarelle e colori accesi! Un altro dei quartieri più famosi è quello arabo, la cui arteria principale è Arab Street. È abitato principalmente da malesi e musulmani e si contraddistingue per la sua favolosa street art. In questo quartiere, infatti, l’arte di strada esplode in tutta la sua espressività. Il fulcro di questo quartiere è la moschea del sultano Masjid, un luogo di incontro aperto anche a chi non è musulmano. Qui si trovano anche tutti i locali di maggior tendenza che rendono questo quartiere una “chicca” da non perdere.

La via più lussuosa di tutta Singapore è Orchard road, che attraversa il quartiere e che ospita i brand più famosi che fanno a gara per aprire un negozio proprio qui. Non mancano i negozi italiani, che sono tra i preferiti, ma la concorrenza è davvero spietata. Inaugurato nel 2007 c’è anche lo stadio, davvero unico nel suo genere, è galleggiante e ospita 30mila spettatori!

Non manca nemmeno il National Orchid Garden, che ospita ovviamente una incredibile varietà di orchidee, ma anche infiniti arbusti e piante. Ma una delle cose più sorprendenti di Singapore è il Garden by the Bay. È l’ambizioso progetto architettonico che riconcilia uomo e natura, superando l’apparente contrasto tra innovazione tecnologica e tutela dell’ambiente e della biodiversità. Lo sguardo è rapito dai 18 super trees la cui chioma è costituita da pannelli fotovoltaici e condotti di ventilazione capaci di creare energia indispensabile all’intera struttura proveniente da fonti completamente rinnovabili.
Un vero giardino botanico del futuro. Inaugurato nel 2012 ha cambiato il volto alla città e ha trasformato Singapore da “città giardino” a “città nel giardino”. Questo bosco incantato di super alberi è divenuto un simbolo di eco-sostenibilità a livello mondiale.

A pochi minuti di navigazione da Singapore ci sono anche nuove realtà, da foreste lussureggianti nella penisola a bellissimi parchi naturali sulle isole. Su di esse si può percepire lo stile di vita vigente a Singapore fino agli anni ’60.

Al calar del sole, quando la luce affievolisce, a Marina Bay va in scena lo spettacolo delle luci, scenografiche convergenze dagli effetti cromatici, dove i giochi d’acqua si combinano con la musica creando un’atmosfera di stupore. È una città sorprendente, il cui fascino incanta anche alla sera, quando la luce dei palazzi le conferisce un tocco molto romantico.

Singapore è una metropoli produttiva, instancabile, cosmopolita e all’avanguardia, ma in grado allo stesso tempo di esaltare il suo patrimonio naturale e opere architettoniche di impatto mondiale. Il sole tramonta su una città che ogni giorno regala nuove meraviglie. È una metropoli elettrizzante e dinamica e da qualsiasi prospettiva la si osservi… è sempre meravigliosa!



Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 18 maggio 2018 — 8:55
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016