Cristiano Ronaldo, le accuse di stupro fanno crollare la Juve in Borsa



Il caso Ronaldo è esploso lunedì quando la polizia di
Las Vegas ha annunciato di aver aperto una indagine sulle accuse
mosse da Kathryn Mayorga, una ragazza di 34 anni, di aver subito
una violenza sessuale da parte di CR7 la notte del 13 giugno 2009.
Le accuse che arrivano dall’America puritana fanno tremare
l’impero economico di Cristiano Ronaldo. Ma anche la
Juventus. Non c’è ancora un processo, basta la
denuncia per la presunta violenza sessuale che risalirebbe a nove
anni fa per far precipitare il titolo del club bianconero
giù del 9,92 per cento (il titolo è sceso del 25%
circa dal 19 settembre a oggi). Un tonfo non di poco conto. Anche
la Nike (che è, guarda caso, statunitense, quindi assai
sensibile alle voci di queste ore), ha fatto sapere in una
dichiarazione inviata all’agenzia di stampa Associated Press,
di essere «profondamente preoccupata per le accuse
inquietanti». Il colosso dell’abbigliamento sportivo
è legato al fenomeno dal 2003 e nel 2016 ha rinsaldato il
rapporto con un contratto «a vita» del valore di un
miliardo di dollari. Un privilegio riservato soltanto ad altri due
campioni dello sport come Michael Jordan e LeBron James.

L’IMPERO
Cristiano Ronaldo è terzo nella classifica degli atleti
più pagati al mondo stilata da Forbes nel giugno 2018.
Davanti a lui solo il pugile statunitense Floyd Mayweather e Leo
Messi. L’eco delle accuse di violenza sessuale provenienti
dal Nevada sta iniziando a turbare le numerose aziende che
ricoprono d’oro il portoghese. Ma c’è anche la
Juve in ansia: il club deve rientrare di un investimento
complessivo vicino ai 300 milioni (100 milioni solo al Real Madrid)
e sotto l’aspetto del marketing le conseguenze possono essere
devastanti. In tanti in America pensano che si tratta della solita
groupie, una fan invasata. Globalizzazione, media e social network
hanno trasformato Cristiano nel brand di se stesso.
Un’azienda vera e propria. Cristiano Ronaldo tra stipendio e
sponsor incassa qualcosa come 88 milioni l’anno. Soldi spesi
bene, calcola Hookit, il termometro dei valori dei brand sui social
network visto che CR7 ha creato 500 milioni di valore per il
marchio. La sua forza sono i social, di cui è influencer di
punta: 132 milioni di fans su Facebook, 117 milioni su Instagram,
65 su Twitter. Sono contatti che valgono oro. Ronaldo guadagna da
80 mila euro per una foto postata a 320mila euro per un video.
Così, in pochi passaggi e tanti click.

A RISCHIO
Non solo la Nike. Anche EA Sports, casa produttrice di Fifa 19,
sulla cui copertina campeggia proprio la versione digitale di CR7,
ha rilasciato questo comunicato di allarme: «Abbiamo visto il
rapporto relativo alle accuse nei suoi confronti. Monitoriamo la
situazione con attenzione, perché ci aspettiamo che i nostri
atleti di copertina e ambasciatori mantengano sempre una condotta
in linea con i valori di EA Sports».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO:

  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet

SCOPRI LA PROMO

Vota questo articolo
Condividi sui social:
Updated: 5 ottobre 2018 — 23:13
You Channel Video musicali, video divertenti "You Channel" © 2016 Copyright 2016